Riforma sanitaria in Lombardia, approvata la costituzione ATS e ASST

ospedaleNella riunione di Giunta regionale di ieri, è stata approvato la costituzione delle nuove Ats (Agenzie di tutela della salute) e delle nuove Asst (Aziende socio sanitarie territoriali) con le sedi di ciascuna. Il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha spiegato che è stato seguito il criterio in base al quale “dove si sono più Province come, ad esempio, Varese-Como, Mantova-Cremona, Monza-Lecco, la sede è nel territorio più popoloso, lasciando al direttore della nuova Ats la facoltà di tenere temporaneamente la sede territoriale nell’altra città”.
Queste le nuove sedi Ats: Ats della montagna – Sondrio; Ats di Brescia – Brescia; Ats della Brianza – Monza; Ats della Val Padana – Mantova; Ats di Pavia – Pavia; Ats di Bergamo – Bergamo; Ats dell’Insubria – Varese; Ats Città Metropolitana di Milano – Milano.
Di quest’ultima sede Ats fanno parte gli IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Istituto Neurologico Carlo Besta, Ospedale Policlinico di Milano, le ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Santi Paolo e Carlo, Fatebenefratelli Sacco, Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico GaetanoPini/CTO, Ovest Milanese, Rhodense, Nord Milano (in cui troviamo l’ospedale di Sesto e il Bassini), Melegnano e Martesana e Lodi.
Per le nomine dei nuovi direttori generali delle Asst e delle Ats bisognerà invece attendere qualche giorno. “Per la scelta – ha rivelato il governatore Maroni – sentirò tutti, ma mi baserò su curriculum e requisiti di professionalità e mi assumerò la responsabilità sui 40 nomi da portare in Giunta”, ricordando che “non è ancora arrivata la short list di 120 nomi per le nomine dei nuovi direttori da parte di una Commissione esterna incaricata di valutare gli oltre 700 profili arrivati”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Covid19, UE della salute: nuovo contratto di aggiudicazione congiunta per le terapie

Lunedì 19 luglio  l’Autorità per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA) della Commissione …

Lascia un commento