Abiemmeci, arte e solidarietà con “Il cuore delle donne”

Arte e solidarietà per una serata unica. Il cuore delle donne, questo l’evocativo titolo della personale pittorica di Oriana Bisagni, al centro dell’imperdibile evento organizzato da Abiemmeci, martedì 24 novembre a Milano allo Spazio Arôme.
L’associazione genitori ed amici del bambino malato cronico dell’ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, da molti anni, attraverso iniziative benefiche e raccolte fondi, si pone lo scopo di potenziare le attrezzature mediche del reparto pediatrico Rossini per garantire ai bambini un’assistenza medica di livello sempre più alto, migliorare le strutture e gli ambienti interni del reparto, sostenere le famiglie bisognose, per risolvere i problemi di soggiorno a Milano e di trasferimento in ospedale.
Nel reparto pediatrico Rossini vengono infatti curati bambini affetti da tumori, leucemie o gravi patologie croniche che li costringono a lunghi ricoveri ospedalieri per sottoporsi a ripetuti cicli di terapie. E Abiemmeci, al loro fianco – e a fianco dei genitori – li aiuta a mantenere il sorriso.
Una grande occasione per farsi conoscere sarà proprio quella che si presenterà il 24 novembre, quando la pittrice Oriana Bisagni, in occasione della mostra espositiva delle sue ultime opere, metterà a disposizione di Abiemmeci ben cinquanta quadri, la cui vendita consentirà di sostenere in particolar modo uno dei più recenti progetti dell’associazione: l’acquisto di un “visore venoso” da donare al Dipartimento pediatrico.
«Si tratta di una apparecchiatura scientifica – spiega il Presidente di Abiemmeci 
Dott. Claudio Frattini – che permette attraverso una tecnologia a raggi infra-rossi di individuare con maggior facilità i piccoli vasi sanguigni dei bambini, diminuendo notevolmente il disagio ed il dolore nei piccoli pazienti che si devono sottoporre a queste procedure mediche».
Protagoniste assolute della serata tra arte e solidarietà saranno dunque le splendide tele della talentuosa artista, raccolte sotto il nome “Il cuore delle donne”. Opere che nascono da una suggestione, dall’osservazione, dall’emozione. Perché, rivela l’artista «È in una stanza buia che nasce il cuore delle donne. 
Laggiù nel profondo, 
dove i sentimenti prendono forma e crescono 
nel tentativo di affacciarsi al mondo, perché è nel mondo 
che troveranno la loro ragione d’esistere».
Oriana ha così cercato negli anfratti bui dell’animo. Ha raccolto con garbo e sensibilità le storie delle donne («
Protesa con tutto il mio essere, per far sì che ogni fata ed orco
 diventassero i protagonisti della mia favola»), ha accarezzato capelli arruffati
 e pianto per amori feriti ed umiliati.
 A volte ha conosciuto silenzi che «
con la loro dignità mi hanno fatta a pezzi».
Donne dipinte da una donna. Emozioni raccontate su tela da un’altra emozione, come in un magico gioco di specchi.
Tutto questo è “Il cuore delle donne”. E molto altro.
L’appuntamento è dunque per martedì 24 novembre allo Spazio Arôme in via Macedonio Melloni 9 (angolo via Pietro Calvi) a Milano, a partire dalle 18.30.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Rione Vittoria in festa con Babbo Natale e i folletti

Anche il Rione Vittoria si prepara a vivere la magia del Natale. Per l’occasione la Parrocchia …

Lascia un commento