Sedriano, primo comune lombardo passato al M5S. Un piccolo scarto di voti che mette in agitazione il PD

sedrianoC’è sempre una prima volta. Si tratta di un vecchio detto ma dal significato sempre attuale. E, a quanto pare, è ancora capace di far male. Il riferimento è chiaramente collegato alle recentissime elezioni comunali di Sedriano, comune di circa undici mila abitanti alle porte di Milano.
E’ accaduto che il risultato, sia pure per una manciata di voti, ha premiato il Movimento 5 Stelle, facendo insediare sulla poltrona di primo cittadino, un rappresentante del movimento di Beppe Grillo.
E’ la prima volta che succede in Lombardia, ma il fragore di tale risultato ha avuto la capacità di rovinare il sonno di diversi politici del milanese, soprattutto, per le conseguenze che potrebbero scaturire quanto prima.
Ovviamente, anche se non lo fanno vedere, molti responsabili dei partiti di Milano e provincia, hanno accusato il colpo. Si voterà nella prossima primavera a Milano e dunque, occorre sicuramente cambiare passo.
In primo luogo il PD, che sta attraversando proprio in questo periodo, una specie di guerra intestina al suo interno, tra chi non intende adeguarsi ai cambiamenti, formando nuovi raggruppamenti a sinistra e chi invece, accetta le novità e intende proseguire sulla nuova strada. Intanto, arriva una lezione proprio dai risultati elettorali di Sedriano: il PD, non può pensare di vincere in ogni dove e a qualsiasi condizione, perché, da solo, non riesce ad avere sufficienti consensi per farlo.
E dunque, occorre una correzione di linea e l’accortezza di stringere valide alleanze, senza porre diktat a chicchessia. Questi pochi principi, valgono per Milano, dove nel 2016 si andrà a rinnovare l’amministrazione meneghina, così come nei comuni dell’hinterland, nel 2017, Sesto San Giovanni inclusa.
L’era dei monocolori “asso piglia tutto” è davvero agli sgoccioli.
Così il voto a Sedriano: 1.592, il 29.90% e 11 seggi al M5S – 1.553, 29,16% e 3 seggi al PD – 1.016, il 19,07% e 1 seggio alla LN – 546, il 10,25% e 1 seggio a una Lista civica – 329, il 6,36% e zero seggi a Sinistra radicale – 279, 5,27% e zero seggi al Centrodestra.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio. Le opposizioni si diano una regolata

Se davvero quello della leader di Fratelli d’Italia è il governo più a destra della …

Lascia un commento