Dimissioni Piano, Sesto nel Cuore: la buona politica non riesce a stare nel palazzo

Angela Tittaferrante, Gianpaolo Caponi e Marco Lanzoni
Angela Tittaferrante, Gianpaolo Caponi e Marco Lanzoni

Dalla lista civica Sesto nel Cuore riceviamo e pubblichiamo
Le dimissioni dell’assessore Alessandro Piano – come altri in questi anni – sono la cifra di un disorientamento tutto interno alla maggioranza dell’attuale governo cittadino. La gravità di un rimpasto di governo è sentita come enorme, non certo per l’ostilità delle opposizioni, tutt’altro. Viene da pensare infatti, sentendo esponenti del PD sestese esprimere giudizi sul partito quali “chiusura e autoreferenzialità”,  che certe nostre preoccupazioni maturate da tempo siano realtà.
Va detto che l’ex assessore ha compiuto un gesto fortemente apprezzabile sul piano umano e politico in un mondo – quello del palazzo – che fa fatica ad ammettere i propri limiti e non trae le relative conclusioni.
D’altronde, se si ascoltano le dichiarazioni dello stesso Piano, si parla di una sinistra non ancora capace di coniugare tradizione e rinnovamento (si legge sul Gazzettino). Da questa considerazione deduciamo il dubbio sulle reali capacità amministrative di una Giunta che quasi certamente metterà la classica toppa nuova su un vestito logoro.
In altre parole la miopia dell’attuale amministrazione è una diagnosi non più ipotizzata dalle opposizioni ma è certificata anche dentro il PD e questo ci conforta notevolmente.
Peccato che a pagare sono sempre i cittadini ai quali viene offerta una politica di governo chiusa in se stessa!

  

Gianpaolo Caponi
Angela Tittaferrante
Marco Lanzoni
lista civica Sesto nel Cuore

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Strisce blu, manifestazione pubblica di protesta organizzata da Gianpaolo Caponi

Non si placa in città il dibattito sul nuovo piano della sosta a pagamento al …

Lascia un commento