Home » Tempo libero » Sociale » AVO Sesto, interessante tavola rotonda sui tempi della vita

AVO Sesto, interessante tavola rotonda sui tempi della vita

avoNell’ambito delle celebrazioni della VII° Giornata Nazionale AVO, la sala consiliare del Comune di Sesto San Giovanni ha ospitato domenica 25 ottobre una tavola rotonda dedicata a tematiche riguardanti l’infanzia e l’adolescenza. Nel ricordare che l’Associazione Volontari Ospedalieri di Sesto è la prima AVO in Italia ed è strettamente legata alle istituzioni, la vice presidente Gabriella Gioacchini, ha introdotto il tema del convegno: I temi della vita – Infanzia e adolescenza.
Quale il nesso di questo tema che ci riguarda tutti da vicino con l’associazione AVO? «I volontari AVO – ha spiegato la dott.ssa Gioacchini – si prendono cura della “persona” nei momenti di disagio quali la malattia e se, attraverso queste iniziative, vengono a conoscenza delle criticità e delle risorse dei tempi della vita, sapranno con maggiore consapevolezza espletare il loro servizio».
La parola è poi passata alla dott.ssa Roberta Pizzochera, ricercatore sociale, che ha illustrato i risultati di una ricerca sulla relazione tra giocattoli e grado di coinvolgimento dei bambini. «Il giocattolo – ha sottolineato -, non è solo l’oggetto del passatempo, ma il tramite attraverso il quale il bambino scopre il mondo, cresce: non è difficile vedere un bambino smontare con interesse un gioco, vuole capire come funziona, e questo sviluppa la sua creatività. E’ importantissimo – ha concluso la ricercatrice – che i bimbi, soprattutto da 0 a 6 anni abbiano insegnanti che li aiutino a scoprire il gioco, ad interagire con esso, in tal modo non sapranno mai cosa sia la noia, sapranno sempre trovare qualcosa di interessante e questo li aiuterà nella crescita».
Dall’infanzia all’adolescenza nell’intervento della dott.ssa Giuditta Voltolin. «Gli adolescenti – ha spiegato la psicologa davanti a un pubblico attento e partecipe – si trovano in un momento della loro vita in cui vorrebbero sperimentare autonomia. Ed è giusto che comincino ad averla, staccandosi soprattutto mentalmente dai genitori, prendendo le decisioni con la loro testa. In questo loro fortissimo desiderio di esplorare, per usare le parole di Maria Montessori, è però necessario aiutarli a capire qual è il loro posto nel mondo». In che modo? Spronandoli a parlare, ascoltandoli e dando loro fiducia.
Dopo le applaudite letture a cura di Adamo Calabrese dell’Università della Terza Età di Sesto (l’immortale poesia “A Silvia” di Giacomo Leopardi e alcuni brani del suo ultimo libro), l’intervento del presidente Lorenzo Todeschini ha riportato l’attenzione sullo scopo della Giornata Nazionale: portare a conoscenza le finalità e le attività che l’associazione svolge ormai da circa 40 anni, soffermandosi in particolare sull’importanza della formazione erogata costantemente a tutti i volontari.
La giornata è terminata con la premiazione dei volontari che hanno raggiunto i dieci, venti e trenta anni di servizio, segno quest’ultimo di costanza e fedeltà all’associazione fondata a Sesto San Giovanni nel 1975 dal Prof. Erminio Longhini.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Mostra ‘Donne sotto il cielo’ al cinema Rondinella

Appuntamento al Cinema Rondinella per l’inaugurazione della mostra ‘Donne sotto il cielo’ venerdì 8 marzo …

Lascia un commento