Alessandro Piano

L’assessore Piano lascia la giunta

L’assessore alla Sicurezza Alessandro Piano si dimette dopo due anni nella giunta di centrosinistra di Monica Chittò. E dal Comune – e dall’ufficio comunicazione – non ne arriva notizia. Arrivano invece copiosi gli attestati di stima dei partiti del centrosinistra di Sesto San Giovanni. Da Eros De Noia (fresco dimissionario da capogruppo di Verso Sesto) che lo definisce politico aperto, competente, politicamente capace e corretto. «Credo che proporlo al Sindaco come espressione di Verso Sesto in Giunta – continua De Noia -, sia stata per noi una scelta di cui andare fieri. Rispetto la sua scelta e sono felice di sapere che il suo impegno in politica non si esaurisce con questa esperienza, la città ma non solo, la politica tutta, ha bisogno di persone pronte, dinamiche e che abbiamo innanzitutto una visione ampia e concreta delle possibili prospettive future».
Più pungente Marco Esposito, segretario cittadino del PD: «Come segretario cittadino del PD ringrazio l’Assessore Piano per il contributo prezioso di questi due anni nella giunta. Mi dispiace, però, che a pochi giorni dall’inizio di un percorso programmatico del PD, si dica che il nostro partito è chiuso in se stesso e “autoreferenziale” (Esposito si riferisce all’aggettivo utilizzato da Piano nella lunga intervista concessa a Il Giorno, ndr).
 Il fatto che da domani l’ex Assessore Piano abbia più tempo da dedicare alla politica, lo aiuterà a frequentare maggiormente questo partito e a farsi un’idea più concreta e meno pregiudiziale di cosa sta accadendo oggi a Sesto San Giovanni,  luogo della “nostra area” (per citare le sue parole) dove il percorso programmatico si sta realizzando, come fatto coraggioso e unico solo a Milano».
Con le dimissioni di Piano assessore alla Sicurezza con delega al Demanio, alla polizia locale e ai Lavori Pubblici, siamo di fronte al terzo cambio nella giunta in pochi anni, ultimo in ordine di tempo l’avvicendamento Cagliani/Rivolta, preceduto dal forfait del vice sindaco Idv Claudio Zucchi.
Quanto alle motivazioni che lo hanno portato a questa decisione, Piano si sarebbe dimesso – si legge sempre sul QN di questa mattina – perché gli impegni professionali non gli permettono più di seguire come vorrebbe la vita della città.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Consiglio metropolitano, confronto su Area B

Mercoledì 2 novembre, alle 16.30, in videoconferenza, si riunisce il Consiglio della Città metropolitana di …

Lascia un commento