Nei parchi sestesi il presidio delle Guardie ecologiche volontarie

gev foto“Considerate le competenze che abbiamo acquisito al Parco Media Valle del Lambro nel controllo delle aree verdi, ci è sembrato utile collaborare con la Polizia Locale di Sesto San Giovanni anche per i parchi della città. Devo dire che, da parte del comando di polizia Locale, abbiamo trovato un ottimo riscontro e una grande disponibilità”.
Con queste parole il coordinatore delle Guardie Ecologiche Volontarie del PMVL Matteo Arrigoni ha spiegato la nascita della collaborazione tra gli “uomini in verde” e i ghisa sestesi che è partita ufficialmente questa mattina al parco di villa Zorn.
Le 18 GEV avranno il compito di supportare la Polizia Locale nel controllo e presidio di quattro tra le più grandi aree verdi della città: parco Gramsci, giardini di Spazioarte, parco Marx e parco di villa Zorn. Durante le prime settimane di servizio le GEV affiancheranno gli agenti di Polizia locale, per poi agire in autonomia, con il compito di segnalare eventuali criticità o atteggiamenti scorretti nell’uso dei parchi.
Le GEV – come già l’Associazione Carabinieri, che svolge un servizio analogo per le vie della città – avranno un collegamento diretto con la centrale operativa della Polizia Locale per le segnalazioni.
“Abbiamo cercato di valorizzare al massimo la loro disponibilità – ha commentato l’Assessore alla Polizia Locale Alessandro Piano – pensando ad utilizzare al meglio le competenze che le GEV hanno acquisito al Parco Media Valle del Lambro. L’iniziale periodo di affiancamento con gli agenti servirà a far conoscere ai cittadini il nuovo servizio e ad instaurare contatti amichevoli e positivi”.
“Il presidio delle GEV nei parchi cittadini – ha commentato l’Assessore all’Ambiente Elena Iannizzi – può rappresentare un’ottima integrazione all’operato del servizio di pulizia e piccola manutenzione. Una segnalazione tempestiva dei problemi può aiutare a risolverli più velocemente e con meno spesa”.
“Ringrazio le GEV e la Polizia Locale – ha concluso il Sindaco Monica Chittò – per la reciproca disponibilità dimostrata. La voglia di un numero sempre maggiore di cittadini e associazioni a prendersi cura del bene pubblico rappresenta un messaggio positivo e confortante che chi amministra una comunità ha il dovere di sottolineare e promuovere con forza”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno più verde e sicura con il Progetto Città metropolitana Spugna

Un ambizioso piano per contrastare gli allagamenti causati da nubifragi e bombe d’acqua, che sempre …

Lascia un commento