Home » Politica » Dimissioni di Michele Foggetta, FdS: grazie per il lavoro svolto

Dimissioni di Michele Foggetta, FdS: grazie per il lavoro svolto

foggetta“Ringraziamo il compagno Michele Foggetta per l’impegno profuso e per i risultati conseguiti in questi tre anni nel doppio ruolo di consigliere e di capogruppo: un atteggiamento schietto e fortemente unitario nei confronti della maggioranza senza mai far mancare la critica costruttiva e senza mai cercare il protagonismo a tutti i costi”. Con queste parole Silvio La Corte e Andrea Scacchi per la Federazione della Sinistra sestese, commentano le fresche dimissioni di Michele Foggetta dagli incarichi di consigliere comunale e capogruppo del gruppo consiliare Federazione Della Sinistra. “Lo ringraziamo inoltre per la  serietà con la quale ha affrontato anche quest’ultimo passaggio e che ben si evidenzia nella sua dichiarazione inviata alla stampa. Al compagno Giacomo Feltrin che gli subentrerà auguriamo buon lavoro, sicuri che saprà essere all’altezza della fiducia accordata dagli elettori e dalle elettrici alla FdS nelle ultime elezioni amministrative”.
L’annuncio delle dimissioni era stato dato ieri a mezzo comunicato stampa da Foggetta. “Le ragioni di questa mia decisione – ha spiegato Foggetta -, presa con rammarico e tristezza, sono legate agli impegni personali e professionali che, troppo spesso, si sono sovrapposti a quelli istituzionali non permettendomi di fare quello che avrei voluto nella maniera e nella misura che tale ruolo merita. Ho ritenuto quindi importante che tale incarico fosse ricoperto da qualcuno che potesse dedicargli il giusto tempo e il giusto impegno per il grande rispetto che porto verso chi nel 2012 decise di votarci ritenendoci credibili e degni della propria fiducia. Quegli uomini e quelle donne meritano di più che i ritagli di tempo che io faticosamente sono riuscito a strappare ed è in primo luogo per loro che questa mia decisione è maturata”.
Foggetta ringrazia inoltre “chi in questi anni mi è stato accanto facendomi crescere e insegnandomi tanto, a partire da chi all’epoca (“per rabbia o per amore”) mi votò, passando per tutti i componenti della Federazione che rappresentavo senza dimenticare quelle tante persone che ho conosciuto successivamente e che, senza distinzione di colore, maglia e ruolo, ho imparato a stimare. Ringrazio però anche chi non ha perso occasione per dimostrarsi sgradevole e arrogante; anche dal loro esempio, in negativo, ho avuto modo di imparare tanto”.
“Lascio questo incarico – conclude Foggetta – sicuro di aver dato tutto quello che in questi anni difficili per me avrei potuto dare, consapevole che chi prenderà il mio posto saprà dare non uno spillo in meno di quello che avrei potuto dare io e convinto che saprà addirittura fare di meglio”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Regione Lombardia, Borghetti (PD) sul rimpasto: Fontana che resta a fare?

“Fontana sempre più isolato, sfiduciato e stanco, e ora politicamente totalmente commissariato: che resta a …

Lascia un commento