Festa di San Giovanni, Bonfanti: bilancio nel complesso positivo

«La soddisfazione dei cittadini che hanno seguito gli eventi, soprattutto serali, diventa la soddisfazione di Sestoproloco e dei suoi collaboratori volontari. Diverse persone mi hanno avvicinato al termine delle manifestazioni o durante il giorno per manifestare il loro compiacimento. Personalmente devo riconoscere che le componenti in cui si è articolato il ricco programma della festa di San Giovanni 2015 mi è sembrato di una notevole qualità e capace di sviluppare il messaggio di una Sesto aperta sul mondo e di tanti mondi presenti in città, portati alla ribalta della festa».
Primi bilanci in casa Sestoproloco dopo la conclusione della festa patronale, quest’anno con il titolo “Sesto incontra il mondo”. E’ soddisfatto il presidente Savino Bonfanti ma anche realista. «Se complessivamente l’evento ci sembra riuscito, sulla collocazione della festa nella zona di Spazioarte che dopo anni di assenza è ritornata al suo luogo tradizionale, stiamo riflettendo su qualche aspetto che merita di essere migliorato, così come la componente comunicativa. Arrivare ad una informazione puntuale, precisa, completa e sempre aggiornata in una città come Sesto ci è sembrato anche in questa occasione un impegno che avrebbe meritato molto più sforzo».
Un punto a favore dell’edizione di quest’anno, partita il 19 giugno con il Premio Torretta Città di Sesto San Giovanni e terminata il 24 giugno con il concerto della Filarmonica Paganelli a SpazioArte, è sicuramente la proficua collaborazione tra le diverse associazioni del territorio, a cominciare da quelle legate al commercio di vicinato che – pur gestendo spazi diversi – hanno saputo diversificare l’offerta di iniziative. Pensiamo alle iniziative per i bambini e alle esibizioni sportive in piazza Petazzi proposte da Assocommercio, e alla sfilata di amici a quattro zampe e ai laboratori per bambini ai giardini Ipazia di via Cavallotti, proposti dalla Confcommercio.
«Vorrei proprio sottolineare uno degli aspetti interessanti emersi con questa manifestazione – conferma Bonfanti -. Anzitutto, una collaborazione più stretta tra diversi attori (Amministrazione comunale, Banca di Credito Cooperativo, Unione commercianti, Assocommercio, altre associazioni cittadine). La strada non sembra corta, ma qualche passo si sta facendo. Poi la disponibilità di diversi commercianti a incoraggiare Sestoproloco ed altri a creare momenti di incontro e aggregazione per tutti. E non ultimo lo sforzo di organizzare un programma di eventi che abbracciasse un periodo di più giorni consecutivi, forse uno dei pochissimi offerto a tutta la città».
Eventi di musica e cabaret (molto apprezzate le esibizioni canore delle giovani voci di Sanremo Doc ma anche gli interventi comici di Max Pieriboni), sport, solidarietà (grazie alla presenza degli stand delle associazioni) ma anche la tradizionale fiera di San Giovanni lungo viale Marelli e Cesare da Sesto.
Insomma, la festa finisce qui ma come si legge nel post sulla pagina facebook ufficiale di San Giovanni 2015 si tratta solo di un “arrivederci”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Rione Vittoria in festa con Babbo Natale e i folletti

Anche il Rione Vittoria si prepara a vivere la magia del Natale. Per l’occasione la Parrocchia …

Lascia un commento