Lettera/ Festa di San Giovanni, che bello il volontariato libero e apartitico

volontariatoCaro Direttore, si è conclusa ieri 21 giugno la parte forse più importante della Festa di Sesto San Giovanni. Infatti – accanto alle manifestazioni sportive di vario genere – è stata la volta delle Associazioni che sul territorio sestese sono presenti, operano e rispondono ai bisogni della gente.
E’ stata una giornata proprio all’insegna della Festa – come appunto recita il logo della manifestazione “Sesto S.G. in festa – incontra il mondo”.
Le Associazioni con i loro stand e gazebo si sono presentate alla città e la città ha risposto, soffermandosi ad ascoltare, dialogando e  sostenendo i protagonisti di dette associazioni – dimostrando loro in tutti i modi  stima e apprezzamento per l’originalità e la creatività con cui sono stati in grado di rispondere ai bisogni delle persone. E tutto ciò con gratuità.
Tra le diverse associazioni che operano tra i più piccoli, gli anziani e i pazienti psichiatrici anche la Croce Padre Kolbe che ormai è presenza stabile nel Comune di Sesto.
In prima fila come si può notare sono i cittadini che autonomamente si muovono e con spontaneità. Bastava esserci per apprezzare i quadri degli ospiti della  comunità  terapeutica dell’H di via Matteotti, le ragazze che si occupano dell’animazione tra i piccoli, il teatro Verità… e via con le decine di altre associazioni e gruppi.
Dicono che alle ultime elezioni amministrative siano andati a votare meno che la metà degli aventi diritto e quindi che ci sarebbe disaffezione dei cittadini alla vita politica. Ma quale disaffezione? semmai a “questa” politica non di certo alla “vita politica”: non c’è alcuna distanza della gente dai problemi della vita politica se la si intende come partecipazione a rispondere ai bisogni e ai problemi. Certo che la gente è distante dai giochi di potere: la famosa casta non si occuperà di certo della vita del popolo.
C’è una crisi nera, che è quella dei partiti… ma non c’è alcuna crisi circa la voglia e la creatività di vivere e battersi per trovare soluzione ai problemi. Almeno stando a quello che si è visto ieri in Via Maestri del Lavoro dove appunto c’era tutto un Mondo variegato di Associazioni.
E’ al sindaco Chittò Monica – che è venuta ad ascoltare e a incontrare questo mondo del volontariato libero e autonomo dai partiti – sono state fatte presenti necessità domande problematiche varie. Lei ha promesso… il nostro sindaco si smarcherà da chi fa solo promesse?

Giuseppe Emmolo

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Federanziani: 23 milioni di pensionati a rischio povertà

La crisi economica, con l’inflazione alle stelle e l’aumento indiscriminato dei prezzi, rischia di portare …

Lascia un commento