Centro diurno disabili, Fds, Sel e Psi chiedono la riapertura di un vero confronto

centrosinistra-fds-sel-psiDa Fds, Sel e Psi riceviamo e pubblichiamo
“Martedì 16 giugno è stata convocata una commissione consigliare con i lavoratori e le lavoratrici del centro diurno disabili per discutere in merito alla volontà di una parte dell’amministrazione di esternalizzare questo servizio. Purtroppo tale commissione si è rivelata inutile a causa di un atteggiamento di totale chiusura rispetto alle ragioni e alle documentate proposte delle lavoratrici e dei lavoratori.
Non possiamo condividere la scelta di non aprire alcun vero confronto con i lavoratori e le lavoratrici e di procedere, senza alcuna propensione all’ascolto, con l’esternalizzazione di un servizio dedicato ai più deboli.
Chiediamo che un confronto vero sia riaperto sulla riorganizzazione del servizio escludendo ogni ipotesi di esternalizzazione del personale.
Le risorse sono importanti ma non quanto le persone. Siamo convinti che la ragionevolezza e la determinazione dimostrata dal personale del centro diurno disabili, unita a quella di tutti gli altri dipendenti comunali, con l’assemblea prevista per il 25 e il conseguente sciopero del 29 giugno, sapranno incidere su chi nell’amministrazione ha scelto la strada sbagliata di far ricadere le difficoltà gestionali e di bilancio oggi sui lavoratori, domani sui cittadini e sugli utenti”.

 

Federazione della Sinistra
Sinistra Ecologia e Libertà
Partito Socialista Italiano di Sesto San Giovanni

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Strisce blu, manifestazione pubblica di protesta organizzata da Gianpaolo Caponi

Non si placa in città il dibattito sul nuovo piano della sosta a pagamento al …

Lascia un commento