Lettera/ Donna travolta da auto pirata: lezione di dignità dal fratello della vittima

lettera-emmolo-su-filippina-e-romSono appena passate le immagini sul TG1 delle 20.00 (edizione di venerdì 29 maggio, ndr) del fratello di Corazon, la donna filippina travolta e uccisa dai due ragazzi rom a Primavalle alla periferia di Roma. Nessuna rabbia. Dolore composto. Mentre una grossa lacrima gli rigava il volto, il fratello della vittima, al microfono ha rilasciato una delle testimonianze a mezzo televisivo più impressionante della storia! “Sì,  chiedo giustizia. Mia sorella tornava dall’aver fatto visita a mia moglie in ospedale. Era felice di essere diventata zia. Io perdono perché Dio perdona. Chi è stato poi è solo un essere umano…”.
Non era possibile fraintendere. Inequivocabile testimonianza. Buonismo zero. Trapelava solo commiserazione. Altro che sgombero di tutti i campi rom, come chiede Salvini. Si proceda pure se la politica impotente non riesce a governare il fenomeno.
Qualora però accadesse, che vita sarebbe la nostra, che convivenza e che società avremmo se insieme allo sgombero  comunque continuiamo pur sempre a dover fare i conti con questa umanità di  piccoli uomini alla Salvini, senza  giganti dell’umano come quest’uomo fratello di Corazon.
Vogliam far fuori i campi rom? Si faccia. Basta però non illudersi … senza Dio un’altra umanità non sarà mai possibile! Quel filippino, quel suo dolore parla: cristiani sveglia! Non ci salverà la politica!

Pippo Emmolo

La lettera del nostro lettore è arrivata la sera di venerdì 29 maggio. Questa mattina i due ragazzi ricercati per l’incidente avvenuto la scorsa settimana alla periferia di Roma (che ha causato anche otto feriti) sono stati rintracciati  dalla squadra mobile.  I due hanno 17 e di 19 anni e sembrerebbe che il primo fosse alla guida.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, in arrivo l’unità cinofila della polizia locale

Grazie all’accordo siglato tra i Comuni di Milano e Sesto San Giovanni e con un …

Lascia un commento