Call&Call di Cinisello, Consiglio Comunale compatto: convocare il Tavolo Regionale e Nazionale

callcenterApprovata all’unanimità dal Consiglio comunale di Cinisello Balsamo la mozione a tutela dei 186 lavoratori della Call&Call, l’azienda di call center che nelle scorse settimane aveva comunicato il licenziamento collettivo connesso alla cessazione dell’unità produttiva della sede di Cinisello.
I consiglieri comunali, di minoranza e maggioranza, nella seduta di giovedì 7 maggio, hanno votato in modo compatto il testo volto ad impegnare la Regione ad effettuare il monitoraggio sull’evoluzione della situazione della sede milanese del Gruppo Call&Call, anche attraverso la convocazione del management aziendale, al fine di scongiurare i 186 esuberi dichiarati dall’azienda.
La mozione vuole inoltre sollecitare la convocazione dell’apposito Tavolo Regionale sullo stato delle società di call center, sempre più coinvolte in casi di crisi aziendale, e sollecitare il Governo a convocare il Tavolo Nazionale per il settore, al fine di monitorarne l’andamento e definire una legislazione in merito.
«Tutti i consiglieri hanno espresso solidarietà e interessamento nei confronti della situazione dei 186 lavoratori della Call&Call: 186 dipendenti assunti a tempo indeterminato, con alle spalle le rispettive famiglie, che adesso rischiano di perdere il posto di lavoro – ha sottolineato il sindaco Siria Trezzi -. Una situazione difficile che ci impegna e che deve impegnare tutte le istituzioni, dalla Regione al Governo, dalle quali ci auguriamo vivamente un interessamento costante sul caso al fine di salvaguardare il futuro occupazionale  di queste persone».

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Caro bollette, stangata da oltre 1 milione di euro per il Comune

“La stangata del caro bollette su luce e gas colpisce indiscriminatamente tutti.  Non vogliamo restare …

Lascia un commento