Terramadre-L’incantevole armonia della natura nei dipinti di Carla Santomauro

santomauro-primo-piano
La pittrice sestese Carla Santomauro

Rami nudi si stagliano contro il cielo rosso al tramonto. Alberi piegati sotto il dolce peso di un manto candido di neve. Corolle di fiori si schiudono delicatamente. Un gruppetto di anatre nuotano placide nel laghetto. Il lento e imperturbabile cambio delle stagioni abita le opere di Carla Santomauro, al centro della mostra “Terramadre – L’incantevole armonia della natura”.
L’esposizione pittorica, organizzato da Parco Nord Milano e patrocinata dai Comuni di Bresso e Sesto San Giovanni in collaborazione con Sestoproloco, sarà inaugurata alla Cascina Centro Parco Nord venerdì 1 maggio alle ore 17 e potrà essere visitata fino al 10 maggio.
Per Santomauro è un ritorno del cuore al Parco Nord. Già lo scorso anno, infatti, fu apprezzata protagonista della personale “Il magico incanto del Parco Nord” e per quattro anni, con il gruppo Sestante, prese parte al ‘Festival della biodiversità’.
«Il grande riscontro della mostra dello scorso anno mi ha trasmesso entusiasmo ed energia positiva – commenta la pittrice sestese -. Sono arrivati visitatori da Sesto, Bresso, Cinisello, Cusano, Milano, e con tutti loro si è creato un confronto molto costruttivo. Che mi auguro prosegua anche in questa occasione».
“Terramadre – L’incantevole armonia della natura” raggruppa diciotto opere che raffigurano gli scorci, anche inediti del Parco Nord: gli stagni, le fontanelle, la flora e la fauna. Tutti filtrati dalla pennellata morbida della sensibile pittrice sestese.
«L’ispirazione – spiega Santomauro –, ancora una volta, è la natura e tutte le sue molteplici sfumature». Ma anche l’attualità. «E’ così – conferma -. Anche Expo e il suo tema, nutrire il pianeta, mi ha dato spunti interessanti: del resto, la sopravvivenza del pianeta dipende dalla terra».
Osservando il paesaggio, Santomauro trae ispirazione dall’armonia della natura, e poi in studio lascia che la suggestione di una emozione prenda forma e colore. Il risultato sono diciotto dipinti olio su tela che troveranno voce, nella sede espositiva, anche grazie agli interventi poetici di Aurora Cantini. «Con Aurora – spiega la pittrice – ci siamo conosciute in Val Seriana ed è subito nato un bel sodalizio artistico: lei scrive libri sulla montagna e di poesia, io dipingo. Stiamo già pensando ad una collaborazione per una mostra tra pittura e poesia a Selvino».
Ora però tutta l’attenzione della pittrice sestese è per gli ultimi preparativi della mostra “Terramadre”, prossima a sbarcare alla Cascina Centro Parco Nord, in via Clerici 150 (MM5 Bignami) dal 1 al 10 maggio (feriali 15-18,30; festivi 10-12,30,15-18.30).

F.P. 

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Al via la nuova mostra Campari: l’arte dell’industria

Può esistere una stretta connessione tra arte e produzione industriale? E in quale modo si …

Lascia un commento