25 Aprile, iniziative in città

25aprileOltre 1000 lavoratori delle fabbriche arrestati, 539 deportati nei lager nazisti, un centinaio di partigiani caduti in combattimento o fucilati, centinaia di militari deportati nei campi di prigionia. Questo, oltre al contributo quotidiano di migliaia di donne e di uomini, è il prezzo pagato dalla città di Sesto San Giovanni durante i venti mesi di occupazione nazista nella seconda guerra mondiale. Un tributo che, nel 1971, è valso alla città la Medaglia d’Oro al Valor Militare per la guerra di Liberazione. E che la Città intende ricordare con “Oggi, 25 aprile 1945”, un fitto calendario di eventi organizzati dal Comune, in partnership con l’Associazione Ventimilaleghe e con il contributo di Fondazione Cariplo.
«Oggi 25 aprile – spiega l’assessore alla Cultura Rita Innocenti – è una grande iniziativa partecipata e condivisa, con il più ampio coinvolgimento di citcittadini, istituzioni, associazioni, mondo delle imprese e delle attività economiche e soprattutto dei giovani di Sesto e dell’area metropolitana». Il risultato è un nutrito programma di eventi che, utilizzando, oltre alle forme del convegno, della pubblicazione storico-scientifica o della mostra documentaria, i linguaggi espressivi ed artistici più diversi, coprirà l’intero 2015.
Numerose le attività previste, a cominciare dai laboratori per gli studenti delle scuole primarie e secondarie in collaborazione con Opus Personae, al concorso Sesto e i suoi studenti: Le radici della Libertà, in collaborazione con Anpi, quest’anno dedicato al 70° anniversario della Resistenza (23 maggio); fino al progetto ‘Adotta una storia – Luoghi resistenti’, coordinato da Ventimilaleghe in collaborazione con Fondazione Isec, Aned, Anpi, Sestopedia e l’Istituto di Istruzione superiore statale Enrico De Nicola (sabato 18 aprile, dalle 9 piazza IV Novembre e sabato 25 aprile dalle 12.00 piazza della Resistenza). E ancora il progetto Collection Day in collaborazione con l’associazione Lapsus, che prevede l’organizzazione di due giornate in cui si chiede ai cittadini di portare nelle sedi individuate fotografie, diari, oggettistica, materiali, cimeli di famiglia e personali riguardanti la lotta antifascista e in particolare la Resistenza partigiana. Sempre in questi mesi saranno allestite mostre come ‘Fogli di libertà. Stampa e Resistenza in Lombardia’, in collaborazione con Isec (Villa Milyus), e ‘Design resistente’ in collaborazione con Archivio Giovanni Sacchi (Spazio MIL).
Ma numerose saranno nel corso dell’anno le iniziative: dalla creazione di un videogioco narrativo a cura di We Are Müesli alle serate monografiche in memoria di alcune delle figure di maggior spicco della lotta antifascista a Sesto poi nella vita civile e culturale della città: Annunziata Cesani, poi presidente della sezione sestese dell’Anpi, Giuseppe Carrà e Abramo Oldrini, entrambi poi eletti sindaco della città, e Carlo Talamucci, poi assessore alla Cultura e vicepresidente della locale sezione Anpi. Il programma completo delle iniziative è online sul sito www.sestosg.net

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Sesto, la prossima settimana al via i lavori di demolizione della vecchia stazione

Martedì 11 giugno, poco dopo la mezzanotte, inizieranno i lavori di demolizione della vecchia stazione …

Lascia un commento