Home » Tempo libero » Sociale » Il Centro Salesiano di Treviglio apre le porte ai ragazzi del Movimento Giovanile Salesiano

Il Centro Salesiano di Treviglio apre le porte ai ragazzi del Movimento Giovanile Salesiano

donboscoDomenica 19 aprile il Centro Salesiano di Treviglio (BG) aprirà le sue porte ai ragazzi del Movimento Giovanile Salesiano (MGS) provenienti dalla Lombardia, dall’Emilia Romagna, dalla Svizzera e da San Marino, che si riuniranno nel nome di don Bosco per il tradizionale appuntamento della “Festa MGS”, in un anno speciale, quello del Bicentenario della nascita del santo dei giovani.
L’evento è il culmine delle attività dell’anno 2014/2015 della Pastorale Giovanile Salesiana che coinvolge preadolescenti, adolescenti e giovani delle realtà salesiane – Scuole, Oratori, Collegi Universitari, etc. – in diversi cammini durante l’anno: quello dell’animazione vocazionale con i gruppi ricerca, dell’animazione missionaria con gli Amici del Sidamo, della formazione animatori con la Scuola Formazione Animatori di Sesto San Giovanni (MI) e Bologna. Inoltre saranno presenti i Salesiani, le Figlie di Maria Ausiliatrice, gli Ex allievi, i Salesiani Cooperatori, le giovani famiglie MGS e tutti coloro che sono affezionati a don Bosco e si sentono parte della Famiglia Salesiana.
Il cuore della Festa sarà la Santa Messa, nella palestra del Centro Salesiano di Via Zanovello, al termine della mattinata (ore 11.45), presieduta dall’Ispettore dei Salesiani don Claudio Cacioli. Durante la celebrazione verranno anche consegnati agli animatori che concludono le diverse fasi formative i mandati, come riconoscimento del loro impegno e del ruolo che possono iniziare ad assumere nelle rispettive realtà di appartenenza. Nella mattinata i partecipanti assisteranno al Kolossal: un vero e proprio spettacolo, intitolato quest’anno «CERCANDO IL MA’GOZ» che presenterà la figura di Giovanni Bosco a partire da una sua frase famosa, motto anche della Festa di quest’anno, che aveva detto a uno dei suoi primi ragazzi, Michele Rua, che poi diventerà anche un suo successore: “noi due faremo tutto a metà”, tema inoltre della Strenna dell’anno in corso del Rettor Maggiore dei Salesiani don Angel Fernandez Artime. Particolarità del Kolossal è che sarà realizzato nei due giorni precedenti dai ragazzi della Scuola Formazione Animatori dei Salesiani, mettendo a frutto ciò che hanno appreso nei weekend di formazione a Sesto San Giovanni (MI) e Bologna, e che arriveranno a Treviglio appositamente fin da venerdì 17.
Nell’immediato dopo pranzo si esibiranno diversi complessi musicali giovanili nel consueto“MGS Music Fest”, mentre tutti gli amanti dello sport potranno cimentarsi nei tornei per case di provenienza: basket, calcio, pallavolo, ecco le tre discipline del “MGS Top of the Sport”, edizione 2015.
Nel pomeriggio, come è usuale, i partecipanti della Festa si stringeranno attorno a un testimone, che racconti della sua vita e delle scelte di impegno e servizio compiute in stile salesiano. Nell’edizione 2015 della Festa il testimone sarà don Claudio Burgio, cappellano della casa circondariale per minori “Cesare Beccaria” di Milano e fondatore della “Comunità Kayros”.
Sarà possibile seguire la Festa MGS anche sui Social ufficiali e attraverso l’hashtag #FestaMGS. Lo streaming video dell’evento sarà accessibile dalla mattinata di domenica 19 aprile 2015 dal canale YouTube del MGS (http://www.youtube.com/MGSLombardiaEmilia).

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Quattro associazioni unite per creare centro culturale diffuso

“Luoghi di trasferimento culturale” è uno dei progetti selezionati dalla Fondazione Nord Milano all’interno del …

Lascia un commento