Aumento Tari, M5S Sesto: ennesima gabella travestita da aiuto ai cittadini

rifiutiDal Movimento 5 Stelle di Sesto riceviamo e pubblichiamo
“Lunedì 30 marzo in Consiglio Comunale la maggioranza, un po’ tronca, ha approvato l’ennesima gabella travestita da aiuto ai cittadini (leggi anche precedente articolo).
La novità è che finalmente anche la maggioranza ha ammesso che la città è molto sporca e che il Core non funziona. L’assessore Iannizzi battendosi il pugno sul petto e con voce incrinata e flebile ha comunicato “alla Fornero maniera” che il nuovo balzello a carico dei cittadini è la risposta per avere una città pulita. Tutti la fermano per strada per chiedere maggiore pulizia, anche il Consigliere Torraco ha detto che migliaia di cittadini sono disposti a pagare di più pur di avere una città pulita.
La domanda sorge spontanea: “Il problema della città che fa schifo è che paghiamo poco il servizio? Siamo sicuri che pagando un milione di più non avremmo lo stesso schifo?”
A questo punto non si capisce perchè non è passato l’ordine del giorno di Caponi (Sesto nel Cuore, ndr) che chiedeva di portare l’operato del Core alla Corte dei Conti per valutarne la negligenza.
La consigliera Pennasi dopo due anni dalla bocciatura della richiesta del Movimento 5 Stelle di adottare alla pratica di Rifiuti Zero, usa per la prima volta la parola “maledetta” Rifiuti Zero, difende l’operato dell’assessore e spiega in maniera molto fumosa come la maggior spesa sia un miglioramento per un futuro che si auspica migliore.
Il consigliere Foggetta, che teoricamente dovrebbe essere di Rifondazione Comunista, fa un discorso alla Farinacci davanti alla Casa del Fascio romano, difendendo tutte le scelte dell’Amministrazione e della maggioranza, sostenendo che tassando i cittadini migliorerà il servizio in futuro.
La consigliera Franciosi (M5S) dichiara che è anacronistico inserire parole come Rifiuti Zero o incremento della differenziata, quando due anni fa la maggioranza ha posto un secco NO alla stessa proposta dei 5 Stelle. Inoltre, controllando la delibera in votazione tra le voci in aumento si evidenzia che pedissequamente vi è stato un “copia incolla” delle medesime voci già messe a bando.
Che l’amministrazione si stia preparando a mandare il bando deserto e che quindi si debba attrezzare per migliorare in autonomia il servizio? Oppure si vuole fare un favore al vincitore del bando? Fa inoltre notare che nonostante in Commissione la scorsa estate si sia ascoltato il Direttore del Consorzio Contarina, che riesce ad offrire un servizio più efficiente del nostro ad un costo inferiore, il Comune non lo ha neanche preso in considerazione, preferendo la strada già percorsa durante la vicenda delle farmacie comunali, ossia di caricare di un ennesimo esborso il povero cittadino sestese.
N.d.r. L’assessore Fornero, ops, Iannizzi, ci omaggia della notizia che metterà 4 figuri non ben identificati, già dipendenti comunali, a controllare non si sa bene cosa, il tutto ovviamente pagandoli ora con l’aumento della tassa. Alla domanda posta dalla minoranza: “Che cosa devono controllare?” lei dice che controlleranno tutto il territorio mettendo persino le mani nei sacchi. Detto da un’Amministrazione che non si è accorta per dieci anni di avere un dipendente che prendeva gli assegni senza avere i figli, visto che in questo caso si tratta di immondizia, la cosa ci puzza”.

MoVimento 5 Stelle Sesto San GioVanni

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Regionali: Confcommercio Lombardia incontra i candidati presidente

In vista delle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio, venerdì 20 gennaio il presidente …

Lascia un commento