Associazione Sottocorno, raccolta firme per la difesa della salute dall’elettromagnetismo

sottocorno-campi-elettromagneticiMentre molti politici continuano a credere che l’installazione di antenne radio base per la comunicazione cellulare e dati abbiano un  impatto ambientale e sanitario totalmente nullo, noi supportati da molte ricerche indipendenti e da ricercatori liberi da conflitti di interessi crediamo di no, e per la seconda volta scendiamo in piazza con il nostro gazebo per raccogliere le firme a sostegno della lettera aperta che  più di cento firmatari tra medici, fisici, ingegneri, comitati e associazioni hanno definito per chiedere al Governo e al Parlamento di conservare e semmai di migliorare i livelli di tutela della salute dagli effetti nocivi delle radiazioni emesse da cellulari, Tablet, smartphone, computer collegati in rete senza fili, antenne Wi-Fi, Wi-Max, radar, ripetitori della radiofonia, della radiotelevisione e della telefonia mobile DECT, GSM, UMTS e LTE (4G).
Questa iniziativa nasce in risposta a due piani del Governo che prevedono sostanzialmente un innalzamento dei limiti di legge per i campi elettromagnetici e una diffusione massiccia di tecnologie a radiofrequenza come il Wi-Fi.
I piani sono la Strategia Italiana per la Banda Ultralarga e la Strategia per la Crescita digitale 2014-2020.
Domenica 29 marzo saremo in piazza della chiesa a Cascina Gatti dalle 8 alle 13 con il nostro gazebo.
Sarà un momento dove potersi incontrare per raccogliere osservazioni e riflessioni, rinnovare le tessere d’iscrizione o iscriversi all’associazione, ma sarà anche possibile sottoscrivere la petizione (che stiamo raccogliendo insieme a tutte le altre associazioni) per richiedere limiti di legge più sicuri e non fare innalzare gli attuali limiti che invieremo poi al parlamento.
Le firme raccolte saranno spedite lunedì mattina. Vi aspettiamo al gazebo!

Associazione di via P.Sottocorno
via P.Sottocorno 18 Sesto San Giovanni (MI)
Blog: http://sottocorno.blogspot.it

Circa specchiosesto

Controlla Anche

2 giugno e medici di famiglia, ci scrive un lettore: la salute non conosce ponti

Gentile redazione, leggevo giorni fa di un corso in programma al nostro ospedale di Sesto …

Lascia un commento