Viale Casiraghi, Sesto nel Cuore: segnali di apertura sulle nostre petizioni

Angela Tittaferrante, Gianpaolo Caponi e Marco Lanzoni
Angela Tittaferrante, Gianpaolo Caponi e Marco Lanzoni

Sono arrivate in commissione consiliare martedì 10 marzo le petizioni presentate tra dicembre e gennaio scorso dalla lista civica Sesto nel Cuore al sindaco di Sesto San Giovanni.
La prima petizione riguarda la richiesta di parcheggi a disco orario in viale Casiraghi e XX Settembre e la seconda la posa di dissuasori sul marciapiede di viale Casiraghi, sul lato senza pista ciclabile caratterizzato dall’attraversamento “selvaggio” di biciclette.
“In commissione – spiega il capogruppo di Sesto nel Cuore Gianpaolo Caponi – l’assessore Alessandro Piano ha riconosciuto la volontà costruttiva della nostra petizione dichiarando di non aver alcun problema a recepirla per quanto riguarda la circolazione indisciplinata delle biciclette e motocicli sul viale Casiraghi”.
Per quanto invece riguarda invece la seconda petizione l’assessore Edoardo Marini ha richiesto qualche mese di tempo per presentare un progetto di riorganizzazione dei parcheggi nella zona. “Anche su questo tema – conclude Caponi – noi di Sesto nel Cuore abbiamo una proposta che prevede quattro diverse tipologie di parcheggi: parcheggi per i residenti, brevi a disco orario non a pagamento sempre per i residenti, parcheggi brevi a pagamento (per chi ad esempio arriva per poco tempo a Sesto per fare qualche commissione) e parcheggi a pagamento come deterrente per i pendolari che arrivano dall’esterno e lasciano qui l’auto tutto il giorno”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio/ Commemorazioni e strane amnesie 

Abbiamo notato che durante la giornata di commemorazione di Giacomo Matteotti (1885-1924) a Montecitorio nessuno …

Lascia un commento