ABB Sponsor ufficiale di Expo 2015 per l’Automazione e la Robotica

Eliana Baruffi (Corporate Communications Mngr di ABB SpA), Piero Galli (EXPO Event and Entertainment Manager), Steven Wyatt (ABB - BU Robotics) e Mario Corsi (Amministratore Delegato ABB SpA)
Eliana Baruffi (Corporate Communications Mngr di ABB SpA), Piero Galli (EXPO Event and Entertainment Manager), Steven Wyatt (ABB – BU Robotics) e Mario Corsi (Amministratore Delegato ABB SpA)

Ci saranno anche i robot ABB al Future Food District di Expo 2015. L’annuncio è arrivato questa mattina nella sede direzionale sestese di via Lama, a margine dell’annuale presentazione dei risultati 2014 della multinazionale gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione.
ABB parteciperà dunque all’Esposizione Universale in qualità di Sponsor ufficiale per l’Automazione e la Robotica e dal 1° maggio al 31 ottobre all’interno del “Supermercato del Futuro” nel Future Food District di Expo 2015, i robot ABB potranno interagire con i visitatori che selezioneranno i prodotti basandosi su informazioni relative alla loro origine, storia e caratteristiche.
«La nostra partecipazione a Expo – ha commentato Mario Corsi, Managing Director di ABB in Italia – testimonia il nostro forte impegno rivolto alle catene del valore del cibo e delle bevande a livello globale in termini di qualità e sicurezza. Con la nostra offerta nell’ambito dell’automazione e della robotica, ci proponiamo di aumentare la produttività, la competitività, la flessibilità e la sicurezza.»
ABB vanta una lunga storia di successo nel campo delle soluzioni per l’automazione in diversi settori dell’industria alimentare, come quello dei prodotti lattiero-caseari, dell’olio, del grano, della carne, del pollame e del pesce, nonché dello zucchero. La società ha una base installata di oltre 200.000 robot industriali nel mondo, tra cui robot per la manipolazione di precisione e applicazioni di posizionamento richieste da diversi settori tra cui quello alimentare e delle bevande. Inoltre, quest’anno, con l’introduzione di Yumi, il robot collaborativo a due bracci, ABB spalanca nuove opportunità per una vera e propria interazione tra persone e robot che lavorano insieme in sicurezza sugli stessi compiti.
In mattinata, nella sede direzionale di via Lama, sono stati anche illustrati i risultati dell’anno di ABB in Italia e nel mondo. Nel 2014 ABB Italia ha registrato ordini per 2.481 milioni di euro (+ 17% rispetto al 2013) e un fatturato di 2.372 milioni di euro (+ 13% rispetto al 2013). Sostanzialmente stabile e positiva la redditività mentre cresce la percentuale dell’export sui ricavi che si assesta al 67% rispetto al 63% dell’anno precedente. «Chiudiamo bene un anno molto impegnativo e, al tempo stesso, molto soddisfacente – ha commentato Mario Corsi, dal 1° gennaio ad di ABB SpA e responsabile dell’area composta da altri 17 Paesi -. Per ottenere i risultati che annunciamo oggi abbiamo potuto contare sulla nostra forte posizione nei comparti dell’energia e dell’automazione, sul contributo delle recenti acquisizioni così come sull’eccellenza operativa delle nostre fabbriche e sulla vicinanza al mercato delle nostre persone. Tra gli altri fattori di successo va citata la nostra capacità di servire efficacemente i mercati internazionali testimoniata da un’importante crescita della quota di export. Importanti ordini, tra cui quello in Tunisia nel settore dell’oil & gas per la realizzazione dell’impianto di trattamento gas di Nawara, consolidano ulteriormente la nostra presenza all’estero».
Oltre all’oil and gas, tra i settori trainanti del 2014 si segnala la robotica, con un vero e proprio record di vendite di robot industriali, l’efficienza energetica, il comparto dell’energia e l’automazione.
Sempre più solido inoltre l’impegno di ABB nei confronti delle comunità in cui opera grazie a iniziative volte a favorire la formazione dei giovani e il loro accesso al mondo del lavoro. In quest’ottica prosegue la partnership strategica con Junior Achievement, per promuovere l’educazione imprenditoriale nelle scuole e di cui. «Il progetto Ecopreneur, al quale partecipiamo attivamente da tempo – ha concluso Corsi -, è stato insignito del Premio per l’Innovazione 2014, il più importante riconoscimento dedicato all’innovazione Made in Italy istituito dal Governo italiano».

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno, un’area verde intitolata ‘Parco del Ricordo’

L’area verde attrezzata tra le vie Aurora e San Michele del Carso sarà intitolata ‘Parco …

Lascia un commento