Sesto San Giovanni, primo incontro conviviale dei bersaglieri in congedo del nord Milano

bersaglieriDomenica 25 gennaio a Sesto San Giovanni, il ristorante pizzeria “Il Gallo” ha ospitato il primo raduno conviviale dei bersaglieri in congedo del nord Milano. Artefici e organizzatori dell’iniziativa il titolare del ristorante della Rondinella, Andrea Gessa del 1º Reggimento Bersaglieri La Marmora e l’amico Flavio Minardi del 14° Battaglione bersaglieri Sernaglia.
«Questo fantastico e unico evento-ritrovo – spiega Minardi – e ha visto tra i partecipanti il Presidente Onorario dell’Associazione Nazionale Bersaglieri (ANB) Generale di Corpo d’Armata Benito Pochesci, il Presidente Sez. ANB di Cinisello Giovanni Stanghi e il suo vice Domenico Ferrara, ma anche una rappresentativa della Sez. ANB Manara di Monza e un nutrito gruppo del 14° Btg Bers. Sernaglia di Albenga».
Terminato il rito delle foto di gruppo, gli ex commilitoni hanno ripercorso, tra una deliziosa portata di pesce fresco e un’altra, aneddoti e emozioni. Si è poi proceduto con lo scambio di doni tra il Generale Pochesci e il portavoce del 14° Sernaglia, Bers. Innocente Fai, in ricordo del bersagliere Guido Frau che condivise il servizio di Leva con l’allora giovane Tenente Pochesci.
«Ci teniamo a ringraziare per la sua presenza Enzo Cesaretto – conclude Minardi – che ci ha concesso per l’occasione la sua Jeep Ford Willy, che partecipò allo storico sbarco in Normandia. Infine, un ringraziamento particolare al bersagliere Innocente Fai, che, ormai di rito partecipa ogni raduno provinciale, regionale e nazionale accompagnato dalla sua inseparabile bicicletta da bersagliere “La Cariola” datata 1910».
I Cappelli piumati si danno appuntamento al prossimo evento, sempre con lo spirito bersaglieresco e le piume al vento.
In alto nella foto il Generale di Corpo d’Armata Benito Pochesci e il Bersagliere Guido Frau

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio. Plusvalenze: vere o fittizie?

Ha fatto molto scalpore la condanna inflitta ai dirigenti della Juventus e la conseguente penalizzazione di …

Lascia un commento