Abiemmeci, sito rinnovato per l’associazione onlus al fianco dei bambini ricoverati in pediatria all’Ospedale Niguarda

Grafica del tutto rinnovata e contenuti aggiornati: anche Abbiemmeci ha il suo regalo di natale per gli internauti. Un sito tutto nuovo, con più contenuti e una grafica più agile e immediata. Basta collegarsi al sito per respirare aria di novità. Un esempio? La nuova versione del sito ha un layout responsive in grado di adattarsi graficamente in modo automatico al dispositivo con i quali viene visualizzato, partendo dal browser web classico di ogni computer con diverse risoluzioni, all’ultimo modello di smartphone o tablet.
Ma non è tutto, il restyling tocca infatti oltre alla veste grafica, anche la struttura del sito che si amplia di nuove categorie e contenuti, come la sezione dedicata allo Shop  (al suo interno troverete una gradita sorpresa), oppure la sezione della Donazione molto importante per il sostegno di tutte le iniziative dell’Associazione Onlus presente dal 1986 presso il reparto Pediatrico Rossini dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano per sostenere i bambini ricoverati, o comunque bisognosi di cure, e le loro famiglie.
Molto curate e dettagliate anche le sezioni che servono a conoscere la storia dell’Onlus e il suo Staff e naturalmente le News con tutti i comunicati pubblicati, i resoconti delle varie iniziative e la Lettera con i saluti del Dr. Claudio Frattini, presidente della Onlus.
“Il nuovo sito – spiegano da Abiemmeci – desidera essere un prezioso strumento di contatto, informazione e sostegno a tutte le nostre iniziative. Quindi vi aspettiamo ogni giorno sulle nostre pagine del sito e sulle pagine di Facebook e Twitter”.
Un po’ di storia.  Abbiemmeci, Associazione Genitori ed Amici del Bambino Malato Cronico dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano è una Onlus che con la raccolta di fondi si pone lo scopo di potenziare le attrezzature mediche del reparto Rossini per garantire ai bambini un’assistenza medica di livello sempre più alto, volta a ridurre il più possibile la degenza ospedaliera; migliorare le strutture e gli ambienti interni del reparto Rossini (spazi ricreativi e didattici con personale specializzato) per permettere ai piccoli di continuare con il loro percorso educativo anche durante il loro allontanamento dalla scuola; dare sostegno economico delle famigle bisognose, per risolvere i problemi di soggiorno a Milano e di trasferimento in ospedale.
Leggi la lettera di Natale 2014

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

‘Anna, Diario figlio della Shoah’ al Teatro Lirico di Milano 

Torna in scena, per la settimana della Memoria 2023, ‘Anna, Diario figlio della Shoah’, lo …

Lascia un commento