Bookcity Sesto, sabato si parla di immigrazione. Dibattito e proiezione del film “Io sono Li”

io sono liIn occasione di Bookcity, sabato 15 novembre l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano organizza un incontro alle 18 su “Sesto e l’immigrazione” allo Spazio Contemporaneo (via Dante, 6). Nel corso dell’incontro Dino Gavinelli, docente di geografia urbana e regionale all’Università degli Studi di Milano, e Aldo Silvani, autore del libro “I nuovi abitanti dell’hinterland. Storie di migranti a Sesto”, discuteranno delle trasformazioni avvenute negliultimi anni e della comparsa di nuove forme di cittadinanza (dapprima quelle degli immigrati dalle diverse regioni d’Italia e poi da quelle estere) che hanno coinvolto anche il paesaggio urbano di Sesto San Giovanni.
Aldo Silvani, che da molti anni svolge attività di medico e Direttore Sanitario nell’Ambulatorio per stranieri della Caritas Salesiana di Sesto San Giovanni e presta servizio nell’Ambulatorio della Casa della Carità di Milano, in particolare, metterà l’accento sul fatto che Sesto San Giovanni è tipicamente una città che ha costruito la propria specificità sull’immigrazione, nel secolo scorso l’immigrazione italiana; ora l’immigrazione dai paesi meno sviluppati: due fenomeni migratori che hanno elementi in comune, ma che per altri aspetti sono molto diversi per motivi storici, culturali ed economici.
Seguirà un aperitivo cinese e alle 20.30 la proiezione del film ‘Io sono Li’ di Andrea Segre, con Zhao Tao, Rade Sherbedgia, Marco Paolini e Roberto Citran. Il film racconta la determinazione di una madre cinese che lavora in un paese della laguna veneta, ma anche dell’amicizia romantica e difficile che nasce con un pescatore di origini slave tra i tavoli di una piccola osteria di Chioggia.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

#OneLove, in mostra al Mudec l’installazione di Norma Jeane

Bianco e nero. Due colori opposti, agli antipodi, ma accomunati dal fatto di essere entrambi …

Lascia un commento