Pro Sesto, consegnata al sottosegretario Delrio la maglia personalizzata “No al razzismo”

delrio prosesto“La maglia numero 4 per il mediano di spinta del Governo”. Salvo Zangari, presidente della Pro Sesto, e Monica Chittò, sindaco di Sesto San Giovanni, motivano così la decisione di consegnare ieri sera, alla Festa Metropolitana del Pd milanese, al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, la maglia numero 4 personalizzata e con la scritta ‘No al razzismo’.
“Delrio ha gradito e scherzato con noi – prosegue il presidente Zangari – accettando di buon grado questo ruolo”. “D’altra parte – aggiunge il sindaco Chittò – sappiamo tutti quanto sia importante e difficile interpretare una ‘vita da mediano’. E Delrio lo fa nel migliore dei modi”.
Zangari e Chittò hanno consegnato a Delrio anche una maglia personalizzata per il premier Matteo Renzi.  La Pro Sesto, cent’anni di storia, milita oggi nel campionato di Serie D e lo scorso dicembre era salita agli onori delle cronache per aver organizzato la giornata ‘Pizza e panettone, meridionali gratis allo stadio’, dopo che il club era stato sanzionato – primo caso in Italia – con un punto di penalizzazione e una multa di 3.000 euro per ‘cori di discriminazione territoriale’ contro Napoli e i napoletani. In pratica Zangari, in prossimità delle festività natalizie aveva deciso, come risposta ai cori e agli striscioni discriminatori, di far entrare allo stadio Breda, senza pagare il biglietto, chi era nato da Roma in giù in occasione della partita con la Sambonifacese.
“Consegnando queste maglie a Renzi e Delrio – conclude il presidente Zangari –  riaffermiamo il principio che ognuno deve recitare la sua parte mettendo in campo le proprie risorse per combattere il razzismo e ogni altro tipo di discriminazione. Iniziative come la nostra possano essere utili ad allentare le tensioni”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Presentato l’Allianz Geas, obiettivo playoff

Per il terzo anno consecutivo è avvenuta al piano numero 47 dell’Allianz Tower la presentazione …

Lascia un commento