A Milano continua l’emergenza profughi. Nel nordmilano Cinisello accoglie 11 profughi provenienti dalle zone subsahariane

profughi ciniselloContinuano gli arrivi di profughi eritrei e siriani a Milano e, proprio per affrontare e discutere l’emergenza, il Viminale ha convocato un tavolo di lavoro con l’amministrazione comunale. A presiederlo il sottosegretario dell’Interno Domenico Manzione, che avvierà un confronto per “trovare la soluzione migliore alle difficoltà riscontrate”.
Per i profughi, sbarcati sulle coste del Sud Italia, il capoluogo Lombardo è la prima tappa prima di proseguire per i Paesi del Nord Europa. I dati del Comune di Milano parlano di 13.178 profughi accolti a Milano dal mese di ottobre 2013 a oggi, nell’ambito di un accordo con la Prefettura. Altri 1.322 profughi sono stati invece ospitati in centri come moschee e una scuola.
Attualmente risultano quindi presenti in città 974 profughi siriani ed eritrei, arrivati nei giorni scorsi in Stazione Centrale.
Solidarietà ai migranti dalle aree di guerra è giunta anche da parte della città di Cinisello Balsamo che questa settimana ha accolto 11 profughi provenienti dalle zone subsahariane. 7 sono ospiti del Comitato locale della Croce rossa, gli altri 4 alloggiano presso il residence Brodolini, grazie alla disponibilità della Cooperativa La Cordata. Si tratta di giovani uomini, tra i 20 e i 40 anni, da Mali, Senegal, Eritrea, Gambia e Costa d’Avorio. L’Amministrazione comunale e i comitati locali della Croce Rossa e della Protezione Civile, insieme alla Cooperativa La Cordata, stanno definendo un percorso di accoglienza che vede oltre alla messa a disposizione di generi di prima necessità per l’igiene personale e di indumenti, la presenza di un mediatore linguistico-culturale messo a disposizione dalla Cooperativa Mappa…Mondo e di un medico per i controlli sanitari. L’Azienda Multiservizi Farmacie si è resa disponibile per fornire i farmaci necessari, i volontari dell’Anffas hanno, invece, fatto una raccolta di fondi per acquistare tessere telefoniche. In accordo con le Caritas parrocchiali nei prossimi giorni si valuterà un possibile coinvolgimento degli oratori cittadini. Infine le associazioni facenti parte del Tavolo povertà saranno coinvolte con la distribuzione del cibo.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Paderno più verde e sicura con il Progetto Città metropolitana Spugna

Un ambizioso piano per contrastare gli allagamenti causati da nubifragi e bombe d’acqua, che sempre …

Lascia un commento