La lettera/ Parcheggi impossibili nei pressi di piazza Oldrini e via Rovani, e con l’arrivo delle giostre in piazza la situazione è precipitata

Parcheggio-300x264Gentile redazione, ho scritto una e-mail al sindaco di Sesto San Giovanni, Monica Chittò, e la inoltro per conoscenza anche alla vostra redazione: vorrei che testimoniaste ai lettori la nostra situazione. Grazie
Clelia Leonello
Gentilissima Signora Sindaco,
Non ho il piacere di sapere dove Lei abiti in città. Io e la mia famiglia abitiamo invece in via Moroni abbiamo due auto e un box. Alla disperazione di trovare un posto per parcheggiare la seconda macchina vicino al Rondò, pur essendo residenti (ma pare residenti di serie B visto che non abbiamo diritto a spazi a noi riservati a differenza degli abitanti in prossimità delle altre due fermate della metro Sesto FF SS e Sesto Marelli…), qualche mese fa si è aggiunta la viabilità congestionata derivante dalla prossimità dell’Esselunga in piazza Oldrini che rende la strada di avvicinamento a casa sempre più lunga ed i pochi parcheggi anche a pagamento praticamente introvabili.
La beffa ė arrivata con l’arrivo delle giostre in piazza, di cui sinceramente facevamo volentieri a meno. Non solo ha peggiorato ancor di più, se possibile, la probabilità di collocare la macchina, stabilito che i giostrai non pagano il parcheggio semplicemente appoggiando sul cruscotto il cartello “giostre” come se questo desse loro diritto all’esenzione dal ticket…
Ma ha anche portato la concentrazione di bande di teppistelli di cui parlano le cronache locali.
E stasera (ieri sera,12 giugno, ndr) il colpo di teatro, direbbe un francese, o forse il colpo di grazia che rende più l’idea: parte delle giostre sono state spostate nel parcheggino a pagamento in prossimità dei giardinetti di via Rovani. Ora, domani pagherò la Tasi ad aliquote alte mi dicono… Ma mi chiedo: quali diritti sono associati all’essere residente in questo splendido comune?
Desidererei una risposta.

Clelia Leonello
Inviato da iPad

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

2 giugno e medici di famiglia, ci scrive un lettore: la salute non conosce ponti

Gentile redazione, leggevo giorni fa di un corso in programma al nostro ospedale di Sesto …

Lascia un commento