Lombardia, un milione per la messa in sicurezza del Lambro nel centro di Monza. Altri “cantieri” sono previsti anche a Sesto San Giovanni

lambro“Regione Lombardia stanzia un milione di euro, per finanziare opere di messa in sicurezza del fiume Lambro nel centro di Monza. Si tratta di uno degli interventi prioritari per la protezione dal rischio idrogeologico individuati nella nostra recente delibera, che mette a disposizione dei territori 18 milioni di euro”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, il 24 aprile, a Monza, per firmare la convenzione che rende Aipo, l’Agenzia interregionale per il fiume Po, in collaborazione con il Comune, l’ente attuatore per le opere previste.
Manutenzione argini. Nel dettaglio l’intervento prevede la manutenzione straordinaria degli argini all’interno del centro urbano. In particolare, serve a proteggere dalle esondazioni la zona delle Grazie Vecchie, sistemando il ponte omonimo, al fine di impedire il deposito di alberi e ramaglie trasportati dalle piene, oltre a procedere con opere di pulizia e manutenzione dell’alveo artificiale nel centro cittadino fino alla zona dell’Oasi, alla confluenza tra Lambro e Lambretto, dove sono previsti un adeguamento e una ricalibratura dell’alveo.
Riqualificazione ambientale. Sono in fase di progettazione le aree di laminazione di Oggiono, sul Torrente Gandaloglio, affluente di sinistra della Bevera e del Lambro (2,5 milioni di euro), di Costa Masnaga (circa 5 milioni di euro), di Inverigo-Nibbionno-Veduggio (5,2 milioni di euro). A questi si aggiungono gli interventi di manutenzione ordinaria e riqualificazione ambientale nel tratto da Nibionno, Carate Brianza e Villasanta, per un importo di 670.000 euro. Altri “cantieri” sono in corso e previsti a valle di Monza, in particolare a San Maurizio al Lambro di Cologno Monzese, a Brugherio, a Sesto San Giovanni e Milano.

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Osservatorio. Plusvalenze: vere o fittizie?

Ha fatto molto scalpore la condanna inflitta ai dirigenti della Juventus e la conseguente penalizzazione di …

Lascia un commento