Basket, l’Under 19 Armani Junior è campione d’Italia: 16° titolo giovanile per il Geas

under19 armani jSant’Arcangelo di Romagna, 22 aprile 2014. L’Under 19 Armani Junior Geas è campione d’Italia! Le rossonere di coach Cinzia Zanotti battono in finale la Reyer Venezia col punteggio di 60-46, compiendo una perfetta rivincita proprio sulle lagunari, campioni lo scorso anno proprio a scapito del Geas. Il trionfo arriva a due anni di distanza dall’ultimo titolo conquistato dall’U19 geassina, con la società sestese che si conferma al top del basket giovanile italiano. Questo è infatti il 16° titolo giovanile per il Geas, un record!
Grazie a questo scudetto, il gruppo dell’annata ’96, insieme alle nate nel ’93, ’94 e ’95, forma il più grande gruppo giovanile del basket donne di ogni epoca, essendo questo il 6° titolo di campione d’Italia dall’Under 15 in su conquistato negli ultimi anni.
Una grande finale, una grande partita, contro un grande avversario: il sogno di ogni giocatrice e di ogni allenatore. Onore alla Reyer, ma giù il cappello per le rossonere, capaci di una stagione senza sconfitte e di una finale nazionale perfetta, da 10 e lode.
Dopo la delusione della prima squadra, la cui avventura è terminata nelle semifinali di A2, arriva il primo titolo stagionale per il Geas grazie a una splendida Under 19 che regala alla società lombarda l’ennesima gioia della sua storia.
È una vittoria di squadra quella di questa Under 19, guidata da 7 giocatrici del roster della prima squadra cui, oltre a tre giovanissime come Ranzini, Galiano e Bonomi, e alla “veterana” del settore giovanile Geas Ruisi, si è aggiunta un’ottima Marzia Tagliamento, protagonista di una buona stagione in A2 con Brindisi e di un’altrettanto positiva fase finale di stagione con l’U19 Geas.
Menzioni speciali per Francesca Gambarini, play classe 1995, e Cecilia Zandalasini, ala classe 1996, inserite nel quintetto ideale della competizione insieme a Vitari (Magika), Nicolodi (Reyer Venezia) e Trimboli (Triestina).
La cronaca della finale. Parte forte il Geas, che trova subito la prima bomba della gara con Kacerik. Pan risponde in penetrazione, ma il Geas trova in Gambarini un terminale offensivo efficace, come dimostra l’assist a Barberis per la tripla dell’8-4. Venezia risponde subito, sempre da lontano, con Marangoni, mentre coach Zanotti deve rinunciare a Beretta, fuori dopo il secondo fallo commesso in 4’ di gioco.
Le rossonere sono in palla, ma Venezia è un osso duro: tripla della ex geassina Penna e Reyer per la prima volta in vantaggio (8-10). Il Geas non si scompone e piazza un parziale di 5-0 con la tripla di Tagliamento e il piazzato di Zandalasini. Le avversarie non sono da meno e chiudono il primo periodo sul + 4 (13-17) grazie alle due bombe di Nicolodi e Marangoni.
Nel secondo periodo le rossonere in 5’ ribaltano la gara: parziale di 11-0, segnato dai due canestri di un’ispiratissima Gambarini e dai 5 punti di Kacerik, e punteggio che schizza sul 24-17. Reyer, stordita dalla difesa geassina, ci prova con Marangoni, ma è ancora il Geas, con Zandalasini, a provare l’allungo. Sul 27-19, con ancora 3’ da giocare, le rossonere rallentano, lasciando più spazio alle avversarie. Risultato un 4-0 in favore di Venezia, che si riporta sul -4. Le due squadra poi calano in attacco e solo una gran stoppata di Zandalasini su Penna evita al Geas di subire un altro canestro. Finisce così un secondo periodo da 16-6 in favore del Geas, che vale il 29-23 al termine del primo tempo.
Nel terzo periodo le lagunari riescono a trovare buone soluzioni e canestri facili con Marangoni e Penna, ma sul 29-29 le rossonere si scuotono e trovano un gran canestro con virata di Barberis. Qui le rossonere prendono l’abbrivio decisivo, piazzando un parziale di 7-0 in chiusura di quarto che ammazza la partita: a segno Beretta, Tagliamento, con un gioco da 3 punti, e Zandalasini, che chiude il periodo sul 40-32.
La stessa Zandalasini segna altri due canestri in apertura di quarto periodo, dimostrando doti tecniche e fisiche degne di una MVP. Sul 44-32 Tagliamento piazza l’ennesima tripla delle sue finali, Gambarini segna in penetrazione portandosi a quota 10 punti e il +15 è servito. Qui la partita virtualmente finisce: negli ultimi minuti Venezia ci prova con Peresson e Marangoni, ma la gestione degli ultimi possessi da parte delle rossonere è precisa e lucida. Finisce così 60-46, con le rossonere in tripudio giustamente festeggiate dal numeroso pubblico di fede geassina accorso in Romagna.

Armani Junior Geas – Reyer Venezia 60-46 (13-17, 16-6, 11-9, 20-14)
Gea: Kacerik10, Gambarini 12, Barberis 9, Beretta 2, Zandalasini 16, Ruisi, Cassani, Picco, Tagliamento 9, Bonomi, Ranzini, Galiano. All: Zanotti

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Presentato l’Allianz Geas, obiettivo playoff

Per il terzo anno consecutivo è avvenuta al piano numero 47 dell’Allianz Tower la presentazione …

Lascia un commento