Sesto San Giovanni ricorda gli scioperi del marzo ’44. Domani convegno in sala consiliare e concerto a SpazioMil

Scioperi Marzo 1944 volantino2_Pagina_1Nel marzo del 1944 le fabbriche di Sesto San Giovanni si fermarono per otto giorni, insieme a quelle di Milano e Torino, a causa dello sciopero più massiccio registrato in tutti i paesi occupati dalla Germania nazista durante la seconda guerra mondiale.
A quello sciopero sono seguite deportazioni di tecnici ed operai che, solo a Sesto San Giovanni, hanno coinvolto oltre 300 persone.

Per ricordare quegli eventi e rendere il doveroso omaggio a quelle persone, ricordate anche dall’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, che ha visitato Sesto nel 2004 proprio per celebrare il sessantesimo anniversario di quell’evento, il Comune ha organizzato un incontro pubblico, seguito da un concerto, per sabato 29 marzo.
L’incontro “Marzo ’44 – dagli scioperi, alla deportazione, alla lotta partigiana” si svolgerà alle 15.30 nella sala del Consiglio comunale. Introdurrà e coordinerà l’incontro la Presidente di ANPI Sesto Lina Calvi e parteciperanno Felice Cagliani, vicesindaco; Sara Valmaggi, vicepresidente del Consiglio regionale; Antonio Pizzinato, Presidente onorario ANPI regionale; Giuseppe Valota, Presidente ANED Sesto e Carlo Ghezzi, Fondazione Giuseppe Di Vittorio. Durante l’incontro sarà data lettura di lettere e testimonianze dei lavoratori protagonisti dello sciopero a cura dell’attore Filippo Massaro.
La celebrazione si sposterà, la sera alle 20.00 allo Spazio MIL di via Granelli, dove si terrà il “Concerto per la memoria” con le band “Duo Valota Aliprandi”, “On a Monday” e “Icaro”. L’ingresso è gratuito.
La manifestazione sarà realizzata grazie al contributo della Fondazione Comunitaria Nord Milano e alla collaborazione dell’associazione Ventimilaleghe e dell’Associazione Nazionale Ex Deportati.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Bambina aggredita da pitbull, il sindaco: occorre fare prevenzione

“Prima di tutto siamo felici di sapere che la bimba azzannata dal pitbull in casa …

Lascia un commento