Milano, con la crisi rifiuti in calo. Cresce la differenziata di plastica e organico

rifiutiMilanesi più virtuosi sui rifiuti o, forse sarebbe meglio dire, più attenti per via della crisi: diminuisce a Milano e provincia la quantità totale raccolta -4,2% rispetto a quattro anni fa, -1,4% dal 2012. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dichiarazioni Mud presentate dai comuni dal 2008 al 2013 e dalle imprese dal 2009 al 2012.

Ogni milanese produce in media 1,38 kilogrammi di rifiuti al giorno, pari a circa mezza tonnellata a testa all’anno, una quantità in calo costante rispetto agli anni precedenti, in particolare rispetto alle dichiarazioni 2009 (era di 1,51 kg). In un anno crescono invece la raccolta dell’organico (quasi 233 mila tonnellate, pari al 27,27% del totale raccolto, +3,7%) e quella della plastica (circa 56 mila tonnellate, 6,53% del totale, +9,9%). E in media oltre la metà di quanto raccolto è differenziato (55,93% nelle dichiarazioni 2013, era il 54,63% nel 2012 e il 50,71% nel 2008). Anche le imprese diminuiscono la quantità di rifiuti speciali prodotta, pari a un milione e 777 mila tonnellate, -1,5% nelle dichiarazioni 2012 (ultimi dati disponibili) rispetto a quelle 2011. E aumentano invece la quantità sottoposta a trattamenti di recupero che passa dall’80,56% del 2009 all’87,37% del 2012, +7%. Per raccolta differenziata i comuni più virtuosi in provincia sono: Cisliano, Bernate Ticino, Cassinetta e tra i maggiori centri Inveruno.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

L’Università Milano-Bicocca dedica a Sofia Castelli una delle sue aule

A un anno dalla scomparsa, l’Università di Milano-Bicocca intitola una delle sue aule a Sofia …

Lascia un commento