Sgombero palazzo ex Impregilo, M5S Sesto: sindaco, adesso che l’occupazione è finita e gli occupanti dormono nelle tende in viale Marelli, può incontrarli e prendersi cura di loro?

movimento5stelle“Nella mattinata dell’11 marzo è avvenuto lo sgombero dell’ex edificio Impregilo di viale Marelli.
Noi del Movimento 5 Stelle, pur non essendo d’accordo con le modalità di questa protesta, avevamo chiesto ufficialmente, sin dai primi giorni di occupazione, al sindaco Monica Chittò di interagire in maniera pacifica con gli occupanti cercando in tutti i modi di evitare di procedere con uno sgombero forzoso.
Così non è stato.   Martedì mattina c’è stato un dispiegamento ingiustificato e ingente di forze dell’ordine (i giornali parlano di circa 200 unità), il tutto a spese del contribuente.
E per far cosa? Per far uscire da un edificio abbandonato da anni 10/15 occupanti, i quali pacificamente sono usciti, con calma, senza opporre resistenza.
Alla faccia di chi sostiene che nelle ultime settimane ci siano stati schiamazzi e fastidio da parte di queste persone.
Era chiaro a tutti che l’occupazione non era stata organizzata da gruppi di facinorosi, ma che si trattava di persone senza casa che avevano trovato un posto dove stare, poiché in questa occupazione sono infatti coinvolte 3 associazioni che si occupano di aiutare chi non ha casa, di cui una di queste collabora costantemente con l’amministrazione comunale.
Cosa si aspettavano: che ci fossero all’interno centinaia di persone dei centri sociali, pronte a portare scompiglio nella nostra città?
Ancora non è chiaro da chi sia partito l’ordine di sgombero e noi vorremmo sapere chi ha fatto pressioni affinché gli occupanti venissero sgomberati.
Perché il sindaco, l’amministrazione comunale e buona parte della maggioranza (ad eccezione di Sel) non si sono mai occupati di questa vicenda e ha gestito la cosa con estremo imbarazzo?
Il sindaco Chittò aveva dichiarato che non avrebbe avuto un dialogo con gli occupanti fin quando non fosse finita l’occupazione e ripristinato lo stato di legalità.
Bene sindaco, adesso che l’occupazione è finita e che gli occupanti stanno dormendo nelle tende in viale Marelli, pranzano e cenano all’aria aperta, adesso può incontrare gli occupanti e prendersi cura di loro, oppure li dobbiamo lasciare in mezzo alla strada ancora per molto?
Nella serata di lunedì 10 marzo, in Consiglio Comunale, si sarebbe dovuto discutere dell’emergenza abitativa di questa città, ma questo non è avvenuto.
Poi, la mattina seguente scopri che è stato ordinato lo sgombero, senza che nessuno in Consiglio avesse accennato alla questione.
In questi mesi, il sindaco e la sua maggioranza, hanno parlato solo di degrado menzionando le ex aree Falck dove sono stati impegnati a parlare del nulla della Città della Salute (che non c’è, non si vede e non ci sono neanche i soldi) e guai a toccare le case delle cooperative che stanno costruendo alla Bergamella.
E’ così che si affronta l’emergenza abitativa? Parlando di altro, distraendo la cittadinanza e avallando uno sgombero di questa portata?
Una città amica, forte e coraggiosa: ma quando? ma dove? e a che prezzo?”

MoVimento 5 Stelle – Sesto San GioVanni

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

2 giugno e medici di famiglia, ci scrive un lettore: la salute non conosce ponti

Gentile redazione, leggevo giorni fa di un corso in programma al nostro ospedale di Sesto …

Lascia un commento