Oggi a Sesto l’ultimo saluto a Roby Ammendola, morto per meningite a soli diciotto anni

roby ammendola“Ciao roby, tu adesso sei lì su che ci guardi, sei stato e sarai sempre un grande amico e hai sempre dato il buon esempio a tutti … Ancora non ci credo, sembra di sentire ancora la tua presenza intorno a me”; “Milan scassato dall’Atletico… tu avresti scritto “A casa! Anche da lassù sono sicuro che hai gufato che uscissero dalla Champions!”; “Caro ragazzo non ci conoscevamo ma eri mio amico in Facebook. Caro ragazzo buon viaggio con tutto il cuore!”.
Si moltiplicano i messaggi di cordoglio sul profilo facebook del giovane Roby Ammendola, il diciottenne sestese stroncato dalla meningite. Portato lunedì al pronto soccorso dell’ospedale di Sesto San Giovanni, il giovane era poi stato trasferito all’ospedale di Desio dove in seguito alla diagnosi di meningite, si è spento nella notte tra lunedì e martedì.
Studente al quarto anno al centro di formazione professionale Grandi, Roby adorava l’Inter e giocava come ala nella selezione Juniores della Città di Sesto.
Questo pomeriggio, amici, compagni di scuola e squadra, si stringeranno ai familiari di Roby per portargli l’ultimo saluto, alle 15.30, alla chiesa della Resurrezione di via Pisa a Sesto San Giovanni.
In questi giorni intanto, come da protocollo, l’ASL sta eseguendo la profilassi antibiotica su tutte le persone (vicini di casa, compagni di studio, familiari) che sono state in contatto con il giovane nell’ultima settimana. In caso di dubbi è possibile contattare l’Asl ai numeri: 02.8578-4715/4718/4713/4711/4701

Foto tratta da facebook

Circa specchiosesto

Controlla Anche

PNRR, tre milioni per il nuovo nido Savona

Il progetto per la riqualificazione del nido Savona è stato ritenuto idoneo ad accedere all’assegnazione …

Lascia un commento