Sesto San Giovanni, in centinaia per l’ultimo commosso saluto a Roberto Ammendola

funerale roby“E che l’eternità ti riservi ciò che la vita terrena ti ha tolto: buon viaggio amico nostro”. Con questo striscione, esposto all’esterno della Chiesa di Resurrezione in via Pisa a Sesto San Giovanni, gli amici più intimi hanno voluto dare idealmente l’ultimo saluto a Roberto Ammendola, il ragazzo di 18 anni deceduto nella notte tra lunedì e martedì all’ospedale di Desio, dove era ricoverato per un improvviso attacco di meningite che poi gli è risultato fatale.
Ai funerali, che si sono svolti nel pomeriggio, erano presenti alcune centinaia di persone, tra parenti, amici, compagni di classe e di squadra di Roberto, che giocava nella selezione Juniores della Città di Sesto.
Un lungo applauso collettivo ha salutato al termine della messa il trasporto dalla Chiesa al carro funebre della bara, sulla quale sono state depositate maglie e sciarpe dell’Inter, squadra di cui lo sfortunato ragazzo era grande tifoso.

Fabio Casati

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Federanziani: 23 milioni di pensionati a rischio povertà

La crisi economica, con l’inflazione alle stelle e l’aumento indiscriminato dei prezzi, rischia di portare …

Lascia un commento