Lettera aperta della lista civica Sesto nel Cuore al Presidente del Consiglio comunale Ignazio Boccia. Caponi: inviarla al sindaco non serve, tanto non risponde!

caponi sindacoIl ruolo di Sindaco e la carica di Presidente del Consiglio Comunale, una volta assunti, dovrebbero portare i soggetti titolati a svolgere il proprio ruolo super partes. Ciò non accade nella nostra città!
Alleghiamo una lettera inviata al Presidente del Consiglio Comunale di Sesto San Giovanni, Ignazio Boccia, nonché inoltrata per conoscenza all’Ill.mo Prefetto, per segnalare delle anomalie che limitano le prerogative e i diritti dei consiglieri di minoranza e violano il Regolamento Comunale.
Attendiamo una risposta veloce, concreta e tempestiva; altrimenti non esiteremo ad applicare le norme regolamentari in materia. Quanto al Sindaco prendiamo atto, con disappunto, come non intenda prendere posizione su questioni eclatanti ultimamente avvenute in spregio dei diritti e del lavoro dei consiglieri di minoranza. Il Sindaco dovrebbe essere il Sindaco di tutti non solo della propria parte politica.

Gianpaolo Caponi  (Capogruppo)
Angela Tittaferrante
Pierantonio Pavan
Lista Civica Sesto Nel Cuore

A seguire il testo della lettera inviata al presidente del Consiglio comunale di Sesto San Giovanni Ignazio Boccia (Verso Sesto)

Egr. Sig. Presidente del Consiglio Comunale Ignazio Boccia, intendiamo riportare la Sua attenzione su alcuni fatti che hanno contraddistinto un modo di far politica poco corretto e in spregio al regolamento comunale.
Le interrogazioni giacciono da mesi nei cassetti degli assessorati e non vengono evase secondo i tempi regolamentari, così come previsto dall’art. 87 comma 2^ ovvero entro il termine di 30 gg. dalla presentazione.
Tali omissioni comportano, oltre alla lesione dei diritti e delle prerogative di tutti i Consiglieri Comunali coinvolti, una chiara ed evidente mancanza di attenzione alle domande di tanti cittadini.
I Consigli Comunali, convocati ad orari determinati, continuano ad iniziare con notevole ritardo accavallando il tempo dedicato alle risposte delle interrogazioni con il tempo che dovrebbe essere dedicato alle delibere o, ancor più grave, alla discussione delle mozioni.
Nelle Commissioni Consiliari, i componenti Consiglieri, entrano in possesso (per lo meno quanto ai consiglieri di minoranza) di informazioni e delle relative documentazioni, oggetto di analisi e discussione, a sedute iniziate violando, così, normali principi di correttezza nonché in totale spregio dei principi generali riportati dall’art. 1 del regolamento comunale che disciplina l’esercizio delle funzioni attribuite ai Consiglieri comunali.
Nella Sua qualità di Presidente del Consiglio Comunale, super partes e rappresentativo dell’intera assemblea, La invitiamo, richiamando integralmente le attribuzioni riservateLe dalle leggi in materia, ad attuare quanto disposto dall’art. 26 del regolamento comunale; in particolare quanto indicato dalla lettera i) che Le impone di attuare ogni iniziativa utile per consentire ai Consiglieri l’acquisizione di notizie, informazioni e documenti ai fini dell’espletamento del proprio mandato.
Confidiamo in un Suo intervento e pronto riscontro segnalando che la presente comunicazione, per ragioni di trasparenza, verrà resa pubblica ed inoltrata per conoscenza all’Ill.mo Prefetto.
Cordiali saluti”.

Gianpaolo Caponi (capogruppo)
Angela Tittaferrante
Pierantonio Pavan
Lista Civica Sesto Nel Cuore

 

 

Circa specchiosesto

Controlla Anche

2 giugno e medici di famiglia, ci scrive un lettore: la salute non conosce ponti

Gentile redazione, leggevo giorni fa di un corso in programma al nostro ospedale di Sesto …

Lascia un commento