Enel: con l’auto elettrica anche a Sesto San Giovanni. Presentato a Milano il Progetto Hinterland Milanese sulla mobilità elettrica

enel progetto elettricoÈ stato presentato questa mattina a Milano, alla presenza dell’assessore regionale all’Energia e Ambiente Claudia Maria Terzi, il Progetto Hinterland Milanese sulla mobilità elettrica, sottoscritto da  Enel e da cinque Comuni dell’hinterland milanese, tra cui Sesto San Giovanni. Entro il mese di marzo, infatti, Enel istallerà 43 infrastrutture di ricarica (10 a Sesto) per veicoli elettrici nei Comuni di  Assago, Rho, San Donato Milanese, Segrate e Sesto San Giovanni.
Le infrastrutture di ricarica Enel saranno, entro l’estate, perfettamente interoperabili con  quelle installate da A2A a Milano. I cittadini dei comuni firmatari (ma anche lombardi e delle regioni vicine) potranno dunque ricaricare indifferentemente su colonnine Enel o A2A  con un’unica card e un unico contratto, sottoscritto con il proprio venditore di energia.
L’interoperabilità costituisce un fondamentale passo verso  la diffusione della mobilità elettrica nel nostro Paese, in quanto non vincola il cliente alle infrastrutture di ricarica della sua città o del suo distributore di energia elettrica, ma gli consente una libertà di movimento senza costi aggiuntivi o difficoltà pratiche e burocratiche.
“Il progetto realizzato con i cinque importanti comuni dell’hinterland milanese – afferma Livio Gallo, Direttore Divisione Infrastrutture e Reti di Enel – si affianca alle attività che Enel sta realizzando per Expo 2015, di cui siamo Smart Energy Partner. L’obiettivo è quello di mettere in relazione il sito espositivo con il territorio milanese e lombardo, espandendo così l’esperienza della mobilità elettrica oltre la viabilità interna al sito di Expo, con nuovi itinerari sostenibili rivolti ai cittadini e ai visitatori”.
Per la sua importanza il progetto mobilità elettrica per l’Hinterland di Milano è stato selezionato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas per le agevolazioni a sostegno della  sperimentazione di sistemi di ricarica pubblici (Delibera 242/2010).
Delle 43 infrastrutture del Progetto Hinterland Milanese, oggi Enel ne ha già installate  14: “intelligenti” e dotate, al loro interno, di un contatore elettronico che rende possibile la gestione da remoto di tutte le attività di ricarica.
La localizzazione delle infrastrutture di ricarica è stata individuata in collaborazione con i singoli Comuni, considerando importanti nodi urbani, ma anche luoghi di attrazione sociale, culturale e logistica. In molti casi le colonnine saranno installate in prossimità di stazioni ferroviarie o della metropolitana, supportando la nascita di percorsi quotidiani “a zero emissioni”  per i cittadini lombardi (pendolari e non). Inoltre, per consentire la ricarica dei veicoli sono state riservate apposite aree di sosta.
“Fin da subito – ha dichiarato il Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò, presente all’incontro insieme ai colleghi sindaci e assessori alla mobilità dei Comuni di Assago, Rho, San Donato Milanese, e Segrate – siamo stati pronti ad accogliere la proposta di Enel per l’installazione sul nostro territorio delle colonnine di ricarica. E’ un’iniziativa che ha il respiro della Città metropolitana, che tende a rendere più facili i servizi per tutti i cittadini anche al di fuori del capoluogo. Ringrazio – ha concluso il Sindaco – la struttura tecnica del Comune, che ha reso possibile questo progetto in tempi rapidissimi”.

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Parco Nord Milano, al via piano per recuperare le aree in stato di degrado

Il nuovo anno si apre con la pubblicazione sul BURL dell’avviso di approvazione del Piano …

Lascia un commento