La lettera/ ASL di via Carlo Marx a Sesto San Giovanni, la disordinata comunicazione affissa alle pareti a chi giova?

Posta-3Avete mai messo piede nei locali aperti al pubblico dell’ASL di via Carlo Marx, a Sesto San Giovanni? Vi renderete subito conto del disarmante “disordine  comunicazionale” che qui regna e viene purtroppo da tutti sopportato, anche da parte di quelle funzioni che trattano di trasparenza e di rispetto civile. 
Una situazione indecorosa a dir poco, a “beneficio dell’utenza” (sic!)  – formata anche da persone anziane o di nazionalità diverse;  le comunicazioni di ogni tipologia sono letteralmente sparpagliate sulle pareti, appiccicate alla “bene-meglio“  senza un minimo di ragionevole ordine.
Fogli dattiloscritti sono dovunque, così come  i cartelli pubblicitari di iniziative di questa o di quella attività destinate,  nella loro inziale origine, per  favorire particolari destinatari bisognosi di aiuto.
Alla faccia del rispetto civile e della trasparenza! Roba da terzo mondo, non degna della storia di una città come è sempre stata Sesto San Giovanni.
Ricordo – a malincuore – l’ordine e la pulizia che regnava nell’allora Inam di viale Matteotti … ma  dagli anni ‘60 in poi, invece, di migliorare e a dispetto dell’introduzione di sempre più disposti legislativi in materia di comunicazione e di trasparenza – siamo arrivati a queste forme di vero e proprio menefreghismo verso gli “altri”.

Emilio Dilda

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Strisce blu, manifestazione pubblica di protesta organizzata da Gianpaolo Caponi

Non si placa in città il dibattito sul nuovo piano della sosta a pagamento al …

Lascia un commento