Carnevale, in Lombardia 3.400 imprese legate alla festa: +5% gli affari per i pasticceri grazie a chiacchiere e tortelli

carnevale-a-veneziaUn milione di euro è l’indotto del Carnevale milanese: oltre mille le imprese coinvolte nella festa. Cresce del 5% il fatturato delle pasticcerie in questo periodo grazie alla domanda di chiacchiere e tortelli. Almeno stando ai dati del registro delle imprese e dalle segnalazioni degli operatori raccolte dalla Camera di commercio di Milano sul Carnevale. “Un Carnevale all’insegna della vacanza, che segna una ripresa dei viaggi organizzati per questo periodo  –  ha dichiarato Luigi Maderna, presidente di Fiavet Lombardia – Confcommercio Milano -. In particolare c’è una domanda in crescita per le settimane bianche che segnalano le agenzie di viaggio.”.
In Lombardia sono circa 3.400 le imprese legate alla festa di Carnevale, di cui quasi il 40% si trova a Milano e provincia (1.306 imprese), seguita da Brescia (11%) e Bergamo (10%). In Lombardia il settore più forte è quello del commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio (2.083 imprese), seguito da commercio al dettaglio di giochi e giocattoli (518), discoteche, sale da ballo night-club (414) e commercio al dettaglio di torte e dolci (388). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al IV trimestre 2013.
Chiacchiere o tortelli? Sono entrambi richiesti nel periodo di Carnevale. Le vendite per questa festa durano due settimane con affari che crescono del 5% circa rispetto a un periodo normale.
Città d’arte o montagna? Per le agenzie di viaggio, settimana bianca in vista. Per le vacanze di Carnevale la meta preferita di coppie e gruppi di amici in Italia è la montagna (soprattutto in Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta). Vanno anche le gite nelle città d’arte (ai primi posti Toscana e Sicilia).

Circa specchiosesto

Controlla Anche

Cinisello, Giacomo Poretti apre la stagione del CineTeatro Pax

Riparte uno degli appuntamenti culturali più amati dai cinisellesi: la rassegna teatrale. Come è tradizione …

Lascia un commento